DICHIARAZIONI DEL DOTT.RE HEINZ LUDWIG SÄNGER, PREMIO ROBERT KOCH 1978

Per quanto riguarda la vicenda dell’isolamento-esistenza dell’“HIV”, il Gruppo di Perth trova sostegno nel Dott.re Heinz Ludwig Sänger, Professore emerito di biologia molecolare e virologia, oltre che ex direttore del Dipartimento di Ricerca su viroidi dell’Istituto Max-Planck di Biochimica a Martinsried, vicino a Monaco in Germania, già insignito nel 1978 del Premio Robert Koch. In una lettera al giornale Süddeutsche Zeitung l’11 Ottobre 2000, il Dott.re Sänger scrisse:

Durante venti anni, alcuni scienziati critici affermarono che l’esistenza dell’HIV non era stata dimostrata fuori d'ogni dubbio nella letteratura investigativa dell’HIV/AIDS, e che l’HIV non puo’ essere il responsabile dell’immunodeficienza chiamata AIDS da un punto di vista etiologico (causale) ed epidemiologico. Per quanto riguarda l’ipotesi generalmente accettata dell’HIV/AIDS, mi e’ sembrata talmente incredibile da farmi decidere di indagare io stesso l’argomento. Dopo tre anni di ricerca intensiva e soprattutto critica della letteratura originale corrispondente, ed essendo un virologo e biologo molecolare con esperienza, sono giunto alla seguente conclusione sorprendente: fino al giorno d’oggi non esiste alcuna evidenza scientifica realmente convincente riguardo all’esistenza dell’HIV. Non e’ mai stato purificato ne’ isolato un retrovirus di questo tipo utilizzando i metodi della virologia classica.